Corsi di Teatro

La compagnia LegÀmi realizza corsi di teatro per adulti che vogliano non solo apprendere nuove tecniche attoriali e performative, ma soprattutto approfondire il rapporto e la relazione con se stessi e verso gli altri; un punto di partenza per cambiare la società in cui viviamo, basata su un sistema di valori che mettono l’essere umano in crisi, perché privato della sua principale peculiarità: l’umanità.

FINO ALL’ULTIMO RESPIRO

Laboratorio di teatro fisico e drammaturgia del corpo
a cura di LegÀmi compagnia teatrale

È un luogo dove mi aspetto che ciascuno dei miei compagni possa essere fedele a se stesso. È l’incontro, l’andare l’uno incontro all’altro, deporre le armi, non avere paura gli uni degli altri, in nulla

J. Grotowski

Ogni martedì, ore 18:30
c/o Baraccano – Casa delle Associazioni, Via Santo Stefano 119/2, Bologna

PROVA GRATUITA: martedì 20 ottobre 2020, ore 18:30

In questo anno così particolare, torniamo a vivere e a nutrirci di teatro con il laboratorio permanente della compagnia LegÀmi Fino all’ultimo respiro.

Fino all’ultimo respiro non è solo un percorso per la formazione attoriale, ma anche una fucina permanente dove attori, danzatori, artisti, circensi possano portare avanti un lavoro di ricerca attraverso il teatro fisico e i nuovi linguaggi performativi in uno spazio protetto, dove redigere nuovi modi di abitare il mondo e di fare teatro, attraverso una condivisione artistica e umana di valori fondatori di una comunità, in cui sentirsi protagonisti attivi della propria esistenza.

Il percorso è composto da tre moduli: in questo primo modulo avrà come focus tematico la Rivoluzione, intesa come possibilità concreta di cambiare il nostro essere e portare all’esterno il nostro piccolo contributo alla trasformazione, al cambiamento e al superamento di modelli culturali fallimentari, con un approccio positivo e inclusivo.
Il tipo di Rivoluzione su cui vogliamo riflettere e indagare non si caratterizza, quindi, con azioni violente o atti minatori, ma è intesa come moto interiore, unica soluzione possibile al disagio che viviamo, partendo da un cambiamento radicale in noi stessi necessario a produrre per osmosi una trasformazione esterna nella comunità che abitiamo. Riflettendo su questo tema proveremo a lavorare sull’azione/concetto del gioco, a capirne le sfumature antropologiche per approfondire tutte le possibilità che abbiamo nel contrastare la pesantezza della situazione e la mancanza di vicinanza all’altro: proveremo a giocare seriamente come fanno i bambini per uscire fuori dai nostri schemi e filtri che ci allontanano dai nostri sogni e desideri. È nostro dovere e diritto autodeterminarci e non disperderci nella confusione generale massificata e generata dai social media.

Il lavoro tecnico sarà incentrato sul ritmo come chiave di accesso alla nostra vitalità e sulle molteplici sonorità della parola come lama tagliente che spazza via il chiacchiericcio vuoto e sterile e ci restituisce il gusto di comunicare, diventando specchio e portatore del nostro essere:
• Approfondiremo il training sviluppato dalla compagnia nel primo modulo del corso che mira a risvegliare le energie sottili, che abitano i nostri corpi, e le loro potenzialità motorie e vocali, assopite da uno stile di vita che tende ad impigrire il nostro corpo e ad imprigionarlo in un quotidiano torpore.
• Procederemo con lo studio della drammaturgia attoriale in cui le azioni fisiche diventano flusso vitale per la parola che da freddo codice si trasforma in nota musicale colorata dalle reazioni emotive che scaturiscono da un corpo vivo e reattivo, da un corpo poetico.
• Lavoreremo sulla scomposizione di un piccolo testo scritto dagli allievi, connesso al tema del modulo, per ricercarne la fonte emotiva e cioè la sua autentica necessità.
• Continueremo con sperimentazioni sulla parola, scomponendo i suoi significati e significanti e giocando con tutte le sue sfumature sonore: il percorso di ricerca sarà connesso strettamente ad uno studio musicale della parola attraverso la collaborazione con musicisti che ci aiuteranno dal vivo a capire come è possibile dimenticare le intenzioni di significato della parola e a produrre testi musicali, non canzoni, ma poesie narrative.

Il laboratorio è rivolto a tutti coloro che hanno dai 20 ai 40 anni.
Si richiede una minima esperienza teatrale pregressa.

Per info e prenotazioni scriveteci a compagnialegami@gmail.com o chiamateci ai numeri 3287312861 – 3479574197

CONTENUTI GENERALI
I contenuti saranno affrontati attraverso una metodologia originale che integra teatro, danza, circo contemporaneo, musica, accompagnando ogni allievo alla costruzione di un proprio training attoriale, a partire da quello sviluppato dall’attrice Mariagrazia Bazzicalupo in 20 anni di formazione attoriale.

• Risveglio e drammaturgia del corpo
• Lavoro sul ritmo e sull’occupazione “extraquotidiana” dello spazio
• Lavoro sull’analisi del movimento e sulla “sospensione”, intesa come stato di ricettività in cui scoprire/scoprirsi, aprirsi all’Altro e sorprendersi.
• Sperimentazioni vocali
• Costruzione di un testo a partire dal lavoro delle azioni fisiche e dallo studio di partiture vocali in collaborazione con musicisti ed esperti musicali.
• Sperimentazione delle principali linee guida del progetto Teatro delle Fonti di Jerzy Grotowski.

CONTENUTI SPECIFICI
• Studio della relazione tra il nostro corpo e lo spazio che abitiamo
• Analisi e sperimentazione della plasticità del corpo
• Sperimentazione di diversi ritmi utilizzando il corpo come principale strumento musicale
• Studio dei principali risuonatori vocali e delle differenti potenzialità della voce attraverso azioni individuali che creano legami con il nostro mondo interiore.
• Studio della “drammaturgia attoriale “ (partitura fisica, vocale ed emotiva) partendo dal lavoro delle azioni fisiche e dallo studio e sperimentazione delle principali linee guida del progetto Teatro delle Fonti di Jerzy Grotowski.
• Lavoro sulla drammaturgia scenica attraverso il corpo e lo sviluppo di un suo linguaggio consapevole e preciso per uno studio organico del testo, evitando un approccio troppo logico, che renda la parola sterile e poco espressiva.
• Giochi vocali a coppie e di gruppo attraverso l’utilizzo del grammelot.
• Studio delle possibili connessioni tra la voce, le sue potenzialità, la musica e la sua struttura ritmica.
• Studio della sonorità della parola attraverso una ricerca condivisa con musicisti ed esperti musicali
• Costruzione di un monologo attraverso la scrittura di un testo poetico (legato al tema della rivoluzione) mediante la destrutturazione del suo significato e sperimentazioni sonore dei suoi significanti.
• Lavoro di sperimentazione ed improvvisazione sul tema della Rivoluzione intorno al quale si costruirà un’azione performativa corale che sarà presentata al pubblico.

Fino all’ultimo respiro: Link Evento

L’insegnante – Mariagrazia Bazzicalupo
Attrice, performer e drammaturga, si diploma nel 2007 al C.U.T di Perugia, dove incontra e lavora con Nikolaj Karpov e Ludwig Fleischen. La scoperta della biomeccanica teatrale e del metodo dell’Action grotowskiana la indirizza verso un processo continuo di costruzione del proprio bagaglio attoriale, integrando il metodo acquisito con la capoeira, il canto armonico e le arti circensi.
Progetta e realizza percorsi di ricerca attoriale, nonché spettacoli di teatro fisico e drammaturgia sperimentale. Collabora dal 2008 come attrice e training director presso la Compagnia di Teatro integrato Magnifico Teatrino Errante. Attrice e pedagoga teatrale all’interno del progetto di teatro sociale “Here comes the flood” con la regia di Riccardo Paccosi (2013), ha lavorato per molti anni con la compagnia teatrale Instabili Vaganti, insegnando all’interno del International Laboratory 2014 e del Corso di teatro fisico e acrobatica 2016.
Nel 2017 crea l’associazione “Artelego”, dedicata alla promozione di un teatro sociale e condiviso, la “Compagnia Teatrale LegÀmi” fucina di idee e azioni teatrali all’insegna di una continua ricerca di linguaggi performativi e il contenitore progettuale “Circo Sotto Sopra” attraverso il quale realizza spettacoli circensi e percorsi di circo e teatro educativo.

LegÀmi Compagnia Teatrale viene ufficialmente fondata nel 2018 dopo anni di collaborazioni artistiche e di formazione, all’interno dell’associazione Artelego. Nasce per diffondere un’idea di teatro non solo di qualità artistica, ma anche sociale ed educativa, aperta alla ricerca e alla sperimentazione nel campo dei nuovi linguaggi performativi, nella didattica per l’infanzia, l’adolescenza e il mondo degli adulti, in grado di veicolare valori ed esperienze utili alla crescita personale e della comunità. LegÀmi riunisce artisti provenienti dal teatro fisico, dal circo e dal teatro di figura, operando in diversi ambiti strettamente intrecciati tra loro: produzione di spettacoli, attività di formazione, progettazione socio-culturale, organizzazione di eventi teatrali, ricerca.
La ricerca della compagnia LegÀmi è dedita a indagare artisticamente e antropologicamente temi legati all’essere umano, al fine di ritrovare il lento respirare e il moto circolare delle nostre emozioni, difendendoci dalla velocità dei nostri tempi che ci distacca dal nostro Sé e ci fagocita in un vortice pressante di momenti quotidiani indistinti e di emozioni che restano in superficie, trasformandoci in esseri immutabili e intrappolati in meccanismi mentali sterili e autodistruttivi.

La Compagnia ha realizzato nel 2017:
➢ “Fino all’ultimo respiro”, laboratorio di teatro fisico, I edizione presso Camere d’aria, Bologna.
➢ “Breath, Strech and Juggle” workshop di teatro fisico presso Camere d’aria, Bologna.

E dal 2018 al 2020:
➢ “Fino all’ultimo respiro” il laboratorio permanente di teatro fisico e drammaturgia del corpo, II edizione 2018-2019, 3 moduli
presso Casa delle Associazioni Baraccano, Bologna.
➢ “La meccanica del corpo”, workshop di alta formazione di teatro fisico e circo educativo 28- 29 settembre 2019
presso Centro Movimento Solaris, Bologna.
➢ “Fino all’ultimo respiro” il laboratorio permanente di teatro fisico e drammaturgia del corpo, III edizione 2019-2020, 2 moduli
presso Casa delle Associazioni Baraccano, Bologna.
➢ “Circus Action”, workshop di alta formazione di teatro fisico e circo educativo 22- 23 agosto 2020
presso Fienile nel Bosco, San Benedetto Val di Sambro.

In questi quattro anni la compagnia ha, inoltre, co-prodotto lo spettacolo “E tu?” di e con Mariagrazia Bazzicalupo e Dimitri Campanella e prodotto le azioni performative ”Non ti preOccupare”, “Caduta libera” e “I’m not a chicken and that’s my life”.